IL SITO È ATTUALMENTE IN FASE DI MODIFICA E RISTRUTTURAZIONE. CI SCUSIAMO PER IL DISGUIDO. PER OGNI EVENTUALE INFORMAZIONE SCRIVERE A INFO@RUGGEROLORENZI.IT.

home / landscape / dolomiti friulane / borghi abbandonati

Borghi abbandonati

BORGHI ABBANDONATI IN VAL TRAMONTINA

FRASSANEIT, paese fantasma: l’itinerario parte dal paese di Tramonti di Sopra, un delizioso borgo che ha mantenuto tutto il fascino di un tempo. Tra le sue viuzze è possibile scovare numerosi murales che raccontano il borgo con disegni tematici colorati sulle facciate delle case tipiche. Alcuni sono ben visibili, altri è divertente trovarli e rimanerne affascinati. Il sentiero per Frassaneit si snoda da Tramonti di Sopra lungo la sinistra orografica del Meduna che scende dal lago del Ciul (Ca Zul). Il borgo abbandonato dà la sensazione di trovarsi in un luogo magico. Spiccano i resti di generazioni andate che con la fantasia si animano immaginando le vite che una volta si raccoglievano nel calore del focolare tra racconti, miti e leggende.

PALCODA E TAMAR: a Tramonti di Sotto si svolta a dx per immettersi sulla carrozzabile asfaltata che si addentra nel Canale del Tarcenò fino al divieto dove si può parcheggiare l'auto. Si continua sulla stradina oltepassando subito due guadi del medesimo torrente (segnavia CAI n. 831a) e si prosegue fino al punto in cui una tabella indica il sentiero ecomuseale per Palcoda. Si prosegue  seguendo il segavia CAI n° 831/a che sale costeggiando un vallone con interessanti aspetti geomorfologici delle rocce molto friabili, modellate dall’erosione mostrando sagome insolite. Alla selletta di "In Cima Pala" (m.663 - tabella e bivio per Tamar), bella veduta su Pàlcoda dove il campanile e la chiesa spiccano tra le case. Si inizia a scendere sul versante opposto fino a pochi metri dal greto del torrente Chiarzò, (m.540 - bivio con il sentiero per "Il Pisulat" e Campone). Si continua a sinistra risalendo, con moderata pendenza, il fianco del torrente, poi si oltrepassa un'ancona, più avanti si attraversa il Chiarzo e con una breve salita si raggiunge infine il borgo (m. 628).

PALCODA 628 mt: Frequentata fin dal '400 da pastori di passaggio, fu abitata stabilmente solo a partire dal XVII° secolo. Sorge su di un terreno che fu detenuto dalle famiglie Moruzzi e Masutti, grazie alle quali divenne pian piano un vero e proprio villaggio con varie abitazioni. I Masutti si distinsero maggiormente poiché, all'attività agro-pastorale, affiancarono il commercio di cappelli che acquistavano presso fabbriche artigianali di Firenze e rivendevano in molte città del nord europa, soprattutto in Germania.


 

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

Frassaneit

diga sul lago Ca Zul (lago del Ciul)

Selis

Passerella

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Palcoda

Tamar

Tamar

Tamar