Ruggero Lorenzi VALCELLINA B/N

Art. Libro_Valcellina

 

 In occasione dell’apertura del viadotto e della nuova galleria sotto il Monte Fara, nel 1992 pubblicai il libro fotografico in bianco e nero VALCELLINA. Avevo sentito il bisogno di esprimere le atmosfere di vita quotidiana respirate fin da bambino con il nonno, quegli stili e quei ritmi naturali destinati a scomparire: la fienagione, le malghe, i boscaioli, le cjase, il canto in osteria. Presagivo, con quel nuovo accesso più veloce, che tutto sarebbe cambiato e niente sarebbe stato più come prima.
Rotto quel suo diaframma naturale della forra del molassa,  la Valcellina avrebbe viaggiato a un’altra velocità.

COSÌ SCRIVE ZANNIER:
“…Le atmosfere di quella terra hanno cominciato presto a fissarsi negli occhi, proprio negli occhi di  Ruggero Lorenzi, con cadenze che si sono fatte emblematiche mano a mano che il suo immaginario le ha impresse nella coscienza…quindi ha cercato di definire queste apparizioni con il congeniale click della fotografia, che ben preto è divenuta una autentica esigenza di riflessione, di espressione, di narrazione”.
(Ph. Di Ruggero Lorenzi – testo di Italo Zannier)

 

Tag: acqua, alpeggio, andreis, architettura montana, barcis, boscaioli, case, cimolais, claut, erto, fienaggione, lavoro nei campi, malghesi, montagna pordenonese, mucche, paesi, prealpi carniche, ricotta, tradizioni, valcellina, via crucis
ARTWORK
DOLOMITI
STILL LIFE
LIBRI
REPORTAGE
BLOG